Palazzo D'Orleans

In Sicilia sulle ex Province finalmente si volta pagina

L’intesa tra la Regione siciliana e lo Stato costituisce il miglior risultato possibile per poter far fronte alle improrogabili esigenze dei Liberi consorzi e delle Città metropolitane siciliane e scongiurarne il dissesto che provocherebbe la paralisi dei servizi e degli investimenti.

È evidente che si tratta di una soluzione tampone, come ha precisato il Presidente Musumeci, che rende disponibili risorse immediate (100 milioni di euro) in aggiunta ai 102 milioni di euro già erogati ad aprile dalla Regione e introduce significative modifiche normative che consentono l’approvazione dei bilanci e rendiconti fermi da anni.

L’apprezzamento dell’AnciSicilia e dei sindacati confederali regionali rafforza l’impegno di una Sicilia unita nel rivendicare parità di diritti e non privilegi.

A regime potrà finalmente essere superata l’odiosa discriminazione delle Province siciliane costrette ad un prelievo forzoso superiore a quello delle altre province italiane, frutto dell’insipienza del governo del PD che in Sicilia ha mortificato gli Enti di area vasta. In occasione della prossima legge di bilancio statale presenteremo gli emendamenti per il recupero del pregresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *